News Politica — 17 Dicembre 2012
La Russa lascia PDL e crea nuovo movimento autonomo

Dopo l’incontro avvenuto ad Arcore che ha visto presenti, oltre a Silvio Berlusconi, anche Alfano, Maroni e La Russa, oggi il coordinatore del Pdl, Ignazio La Russa, ha reso pubblico quel che in realtà aveva già meditato da alcuni giorni: Stasera annunciamo che l’intenzione già nota di dar vita ad un movimento di centrodestra viene confermata. In accordo con il Pdl per correre in coalizione”.

La Russa dunque lascia il PDL, anche se la scissione non è del tutto netta. Infatti, il nuovo movimento nel quale confluiranno ex An e anche ex Forza Italia, non richiama l’esperienza di Alleanza Nazionale. La Russa, al quale molto presumibilmente dovrebbe appoggiarsi anche Giorgia Meloni, non vuole Monti alla guida dei moderati, e in proposito afferma “Dialogo aperto con Alfano, ma noi non pensiamo minimamente alla possibilità di Monti di nuovo premier”.La nuova formazione dovrebbe chiamarsi Centrodestra Nazionale. L’intenzione è comunque quella di dare più forza al centrodestra.

La decisione resa nota oggi da La Russa non vedrà tra i sostenitori Maurizio Gasparri, il quale, con un comunicato, ha precisato: Ho sempre sostenuto le ragioni dell’unità del centrodestra e ho partecipato con convinzione e con ruolo attivo alla fondazione del Popolo della libertà. Una scelta che ho considerato strategica e non certo transitoria. Una scelta basata su contenuti, volta ad aggregare una vasta realtà alternativa alla sinistra, ancorata alla carta dei valori del Ppe, rispettosa della storia e dei percorsi di tutti coloro che l’hanno condivisa, ma orientata ad un nuovo progetto politico. In questi anni, anche nei ruoli politici e parlamentari che ho svolto, ho agito per l’unita’ e la coesione del Pdl che continuo ad auspicare fortemente, cercando su ogni tema la sintesi e le risposte vere a problemi reali. Il Pdl rappresenta l’approdo del cammino compiuto dalla destra politica italiana, per contribuire a fare della nostra una Nazione moderna”, continua Maurizio Gasparri:Ed e’ questo cammino che intendo continuare a percorrere, per coerenza con quanto ho fatto con profonda convinzione. Sono rispettoso del dibattito in corso e delle importanti e difficili scelte che ciascuno deve compiere. Lavorare nel cantiere di un fronte di centrodestra, che veda nel Pdl una forza indispensabile per qualsiasi proposta politica che non intenda far prevalere la sinistra, e’ la mia scelta. Oggi convinta come ieri, perche’ guarda ai contenuti prima ancora che alle persone o agli strumenti. Mi auguro che ci sia tempo e modo per far vincere l’unita’ del Pdl“, termina Gasparri.

 

Print Friendly, PDF & Email

Share

Articoli collegati

About Author