Vacanze Natale 2012, nonostante la crisi, il 21% degli italiani partirà

Crisi a parte, una parte di italiani non rinuncerà alle vacanze di Natale. I dati relativi ad un sondaggio condotto da  Confesercenti-Swg, rivelano che quasi un quarto di italiani, il 21%, ha deciso di partire nel periodo natalizio o di fine anno. Le percentuali dei vacanzieri tornano a salire dunque, infatti la percentuale resa nota dal sondaggio è maggiore di circa 4 punti rispetto all’anno scorso, attestandosi ai livelli del 2010. Ben 10 milioni di italiani si metteranno in viaggio tra il 22 dicembre e il 6 gennaio, 2 milioni in più rispetto a quanto stimato nel 2011, per una spesa complessiva di circa 7,5 miliardi.

In netta risalita anche le prenotazioni “Last minute” (+10%) che segnano un vero e proprio record per ciò che concerne le rilevazioni Confesercenti-SWG, dalla data del loro inizio, ovvero il 2004. Le mete più gettonate sono: località di montagna e città d’arte.

C’è comunque una buona fetta di italiani che resterà a casa, il 39%, prevalentemente lo farà per ragioni economiche, mentre un 17% preferirà stare a casa per questioni di famiglia.

Gioiscono dunque albergatori, operatori sciistici e tour operator, che lo scorso anno avevano molto risentito degli effetti della crisi. La maggioranza di coloro che partiranno prevede di spendere meno di 1000 euro con una media di spesa che si aggira intorno ai 700 euro per persona.

 

Print Friendly, PDF & Email

Share

Articoli collegati

About Author