News Turismo Expoparlando Istituzioni — 26 Novembre 2012
Dibattito sul futuro: quale Europa vogliamo nei prossimi anni per far fronte alle sfide globali?(VIDEO)

La Commissione europea avvierà per il prossimo 30 novembre una serie di dibattiti aperti con i cittadini sui temi dell’occupazione, della protezione dei cittadini e della sostenibilità. L’obiettivo è quello di rispondere insieme alla domanda: “Che Europa vogliamo nel futuro?”.

Chiunque vorrà interagire con i dibattiti potrà farlo tramite Twitter, utilizzando l’hashtag #dialogocittadini.

Il presidente Barroso nel suo discorso sullo stato dell’Unione aveva dichiarato che, oramai, è giunto il momento di aprire un ampio dibattito aperto con i cittadini sul futuro dell’Europa: Occorre lanciare un ampio dibattito in tutta Europa: sarà la piattaforma ideale in vista della convocazione di una convenzione e una conferenza intergovernativa, un dibattito di respiro autenticamente europeo. Non possiamo più puntare a risolvere problemi europei con soluzioni puramente nazionali. Questo dibattito si deve svolgere nelle nostre società e tra i nostri cittadini”.

 Un dibattito che riguardi tutti noi, i nostri diritti e il nostro futuro. Un occasione per incontrare i Commissari europei che verranno in Italia per ascoltare i cittadini e chiedere loro cosa si aspettano dall’Unione europea di domani.

La rappresentanza in Italia della Commissione europea ha così deciso di organizzare una trilogia di incontri con i cittadini, su iniziativa della vicepresidente della Commissione europea Viviane Reding, responsabile per la Cittadinanza europea. Tali incontri termineranno con un grande evento finale a Trieste il 7 maggio 2013 alla presenza della stessa vicepresidente Reding.

Il pubblico presente verrà invitato a formulare le proprie osservazioni e domande riguardo alle politiche poste in essere dall’UE nei campi oggetto della discussione di ciascun incontro. I commissari risponderanno anche a una selezione di domande twittate dagli utenti prima di ogni incontro.

La logica degli incontri è proprio quella di stimolare un dibattito aperto con i cittadini sulle loro preoccupazioni e sulle loro aspettative nei confronti dell’Unione europea attraverso tre iniziative tematiche di ascolto sui temi dell’occupazione, della protezione dei cittadini e dell’uso sostenibile delle risorse.

Luoghi e appuntamenti.

1)       Napoli il 30 novembre alla presenza del Commissario Lazslo Andor, responsabile per l’occupazione, gli affari sociali e l’integrazione.

Il pubblico presente verrà invitato a formulare le proprie osservazioni e domande riguardo alle politiche poste in essere dall’UE in materia di occupazione.

2)      A Torino, il 21 febbraio 2013 alla presenza della Commissaria agli Affari interni Cecilia Malmstroem, avrà luogo il secondo appuntamento incentrato sul tema della protezione dei valori del modello sociale europeo e della sicurezza dei cittadini. Un tema cruciale e molto scottante che verrà affrontato sotto le diverse angolazioni da cui i cittadini percepiscono la propria richiesta di protezione da parte dell’UE. Tanto per fare un esempio,  la protezione dall’immigrazione clandestina proveniente dalla sponda sud del Mediterraneo, cui l’Italia è esposta in modo così predominante, e la protezione dalla criminalità organizzata transnazionale e dal terrorismo.

3)      Il terzo appuntamento, invece, sarà a Pisa, il 5 aprile 2013 alla presenza del Commissario responsabile per l’Ambiente Janez Potocnik. Il terzo ed ultimo incontro, dedicato all’uso sostenibile delle risorse, ruoterà intorno alla possibilità che la crescita si realizzi attraverso un’economia verde basata sugli attuali strumenti a disposizione dell’Unione europea e conformemente agli obiettivi concordati a livello europeo attraverso il cosiddetto pacchetto 20/20/20.

In occasione della festa dell’Europa, il 7 maggio 2013, si svolgerà a Trieste  un grande evento finale con la vicepresidente Viviane Reding. L’evento assume un significato molto  importante: infatti  il 2013 è l’anno europeo dei cittadini e nel 2014 si svolgeranno le elezioni europee. Il 7 maggio, durante un dibattito aperto al pubblico, si cercherà dunque di trarre le conclusioni da ciò che è stato discusso nel corso dei dibattiti di Napoli, Torino e Pisa per rispondere alla domanda “Quale Europa vogliamo nei prossimi anni per far fronte alle sfide globali?”

Media partner dell’iniziativa: ANSA, EurActiv.it, gliEuros.eu, Scambieuropei.com.

 

Qui il video Quale Europa vogliamo? Parliamone con i Commissari europei!

 

#dialogocittadini: per dire la vostra, tramite Twitter, ai Commissari europei!

Per permettere anche a chi non sarà presente direttamente agli incontri di dire la propria opinione  su questi temi, abbiamo creato l’hashtag #dialogocittadini.

Che cosa può fare l’Europa per uscire dalla crisi globale? Che cosa può fare in materia di occupazione, protezione, uso sostenibile delle risorse?

I Commissari europei vogliono ascoltare la vostra opinione: vogliono conoscere i vostri dubbi, le vostre preoccupazioni, le vostre aspettative per il futuro e vi danno l’occasione di interagire direttamente con loro, tramite Twitter.

Avete tempo fino al 28 novembre per dire la vostra in tema di Occupazione!

Da oggi fino a mercoledì 28 novembre avrete tempo per presentare le vostre domande, commenti osservazioni al Commissario Andor, responsabile per l’Occupazione.  Le domande più frequenti o ritwittate verranno poste direttamente al Commissario durante l’evento del 30 novembre a Napoli, e il Commissario risponderà in diretta.

Print Friendly, PDF & Email

Share

Articoli collegati

About Author