Milano festeggia i 50 anni dell’Uomo Ragno con una mostra speciale: Spider-Man: il mito dell’Uomo Ragno

L’Uomo Ragno fece la sua prima comparsa tra le pagine della serie Amazing Fantasy nel lontano 1962 e da allora è rimasto sempre al fianco dei più deboli, lottando contro super criminali e diventando un degno paladino della giustizia, tanto da meritare,  col passare degli anni, il titolo di supereroe più amato e conosciuto di tutti i tempi.

E allora chi se non Spider-Man merita uno speciale spazio tutto dedicato al suo mito e leggenda? E Milano questo lo ha compreso e, infatti, gli dedica , fino al 29 luglio, lo spazio di WOW – Museo del Fumetto di Milano -Viale Campania 12 – per celebrare il 50° compleanno del supereroe, dal 1962 al 2012, con una grande antologica intitolata Spider-Man: il mito dell’Uomo Ragno. In questa speciale esposizione i visitatori potranno bearsi con la visione delle  tavole originali, per la prima volta in Italia, firmate da autori internazionali come Steve Ditko, Giorgio Cavazzano e John Romita Sr., albi davvero rari, gadget, videogames, giochi da tavolo, memorabilia, action figure e manifesti cinematografici. E ancora Gabriele Dell’Otto, Giuseppe Camuncoli, Marco Checchetto, Gianluca Gugliotta, Marco Santucci e Giancarlo Olivares. In programma anche anteprime e incontri con autori e disegnatori.

Spider-Man, nato dalla penna dei leggendari fumettisti Stan Lee e Steve Ditko, è un giovane studente che vive nel Queens a New York. Rimasto orfano da bambino è cresciuto con gli anziani zii e, per guadagnare qualche soldo, lavora come fotografo per un quotidiano locale. Il ragazzo, timido e introverso con le donne, è costretto a sottostare alle prepotenze di coetanei bulli e arroganti. Un giorno Parker viene morso per caso da un ragno e nel giro di poco tempo acquisisce strani poteri: una forza straordinaria e un potente ‘senso di ragno’ che lo avverte del pericolo imminente. Quando  un ladro uccide il suo anziano zio, Parker, sconvolto,  decide di sfruttare i poteri acquisiti per sconfiggere il male. L’avarissimo direttore del quotidiano per il quale Parker lavora, J. Jonah Jameson, spesso nemmeno lo paga per i suoi fantastici scatti fotografici e così, il giovane Parker è costretto ad arrotondare il precario stipendio: diventa un ricercatore universitario. Anche in questo caso i problemi non mancano. Insomma un supereroe con super-problemi, molto, se non addirittura troppo, attuale: Parker è pieno di problemi comuni che lo costringono a fare i salti mortali, non solo per  inseguire i criminali, ma anche nella vita di ogni giorno per arrivare alla fine del mese. Storie che sembrano scritte oggi, con molte ansie, inquietudini e problemi attuali: sono proprio questi super-problemi miscelati con i superpoteri, che attirano ancora moltissimi giovani lettori, i quali si identificano perfettamente con l’alter-ego di Spider-Man. Questa innovativa formula del super eroe coniata da Lee, ha differenziato Spider-Man da tutti gli altri supereroi che fino ad allora avevano calcato la scena fumettistica. Batman e Superman, per esempio, dismessi i panni di paladini della giustizia diventavano uomini con vite per lo più normali, più o meno tranquille. L’alter-ego di Peter Parker, l’Uomo Ragno appunto, presentava aspetti diversi, destinati a rivoluzionare la concezione stessa di supereroe.

Il 2012 è decisamente l’anno del ragno con celebrazioni a livello mondiale che le case editrici stanno organizzando per riportare alla ribalta uno dei più amati miti del pianeta Marvel. Panini Comics e Marvel hanno deciso di rilanciare l’edizione italiana delle sue avventure, oltre che stupire gli appassionati con il nuovo film The Amazing Spider-Man. A Broadway invece, stanno preparando il più costoso spettacolo della storia del musical e Disney XD manderà in onda, a partire da giugno, i nuovissimi episodi della serie Ultimate Spider-Man.

L’inaugurazione della mostra milanese avrà un padrino particolare: Max Pezzali, autore e interprete della canzone “Hanno ucciso l’Uomo Ragno”. In questo contesto Pezzali racconterà al pubblico i retroscena e gli aneddoti legati al suo tormentone musicale del 1992.

Dal 19 maggio al 29 luglio 2012 al Wow Spazio Fumetto – Museo del Fumetto di Milano (Viale Campania 12)

Orari: martedì-venerdì 15.00-19.00 – Sabato e domenica: 15.00-20.00 – Lunedì chiuso

Ingresso: intero 7,00 euro, ridotto 4,00 euro.

Informazioni e programma su www.museowow.it

S.B.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Share

Articoli collegati

About Author