Lifestyle Eventi — 17 maggio 2012
Al Festival di Cannes l’horror è Made in Italy, con il rivoluzionario “Dracula 3D”

Il re dell’horror Made in Italy, Dario Argento, porta sulla Croisette un mito della letteratura, oltre che un classico dell’horror: Dracula, ma in una versione tutta nuova e rivoluzionaria, un “Dracula 3D”.
Un Festival di Cannes molto italiano quello di quest’anno, con un presidente della giuria del calibro di Nanni Moretti, un Bernardo Bertolucci fuori concorso, un Matteo Garrone in concorso e un Dario Argento che esordisce con la prima proiezione della storia del Festival francese a mezzanotte in punto. Un’ora tipica dei vampiri quella nella quale il vate dell’horror “made in Italy”, esordirà’ sabato 19 maggio con il suo ultimo film, il primo girato in 3D utilizzando la rivoluzionaria tecnica del camcorder Super 35mm PMW-F3 di Sony per riprese stereoscopiche in 3D su steadycam. La pellicola mostrerà al pubblico presente una Asia Argento che si trasforma in vampiro, un Thomas Kretschmann nel ruolo del Conte Dracula, mentre la meravigliosa Marta Gastini sarà la vittima che sfugge al suo terribile destino. La proiezione della pellicola sarà piu’ sorprendente e viva che mai grazie alla moderna tecnologia utilizzata  per girare il più atteso tra i film: riprese affascinanti che si sono concluse lo scorso agosto nel Canavese tra castelli arroccati, cripte segrete, paesaggi gotici e oscuri che assomigliano molto alla Transilvania di Dracula.

Un insolito Dracula dunque, che per tornare tra noi accetta anche il compromesso con le nuove tecnologie, mlto lontane e incomprensibili per un uomo datato come il conte. “Un film forte che contiene molte particolarita’ ed invenzioni tipiche del mio cinema – afferma Dario Argento – Ho dovuto attendere diversi mesi per iniziare le riprese per aspettare l’arrivo di nuove macchine in grado di rispondere alle mie esigenze. Sono stato il primo ad utilizzare le macchine Sony F3 e ho trascorso diverso tempo per fare dei test di ripresa per comprendere a fondo le potenzialita’ offerte da queste nuovissime cineprese digitali senza le quali non mi sarebbe stato possibile riprendere in 3D con la Steadycam“. E proprio grazie a queste moderne tecnologie, il Dracula di Argento si arricchisce di tante profondita’ in ambienti scarsamente illuminati.
Dario Argento spiega che le novità, oltre che tecnologiche, riguardano anche la chiave di interpretazione del personaggio stesso, dalle innumerevoli e svariate sfumature: “E’ fedele a Bram Stoker, per l’altro verso ha molte innovazioni e poi ho pensato di fare il personaggio diverso, romantico ma anche molto feroce“.

Dracula è un personaggio fuori dagli schemi, tutt’altro che comune, ed è proprio questa caratteristica ad affascinare maggiormente il regista italiano che in proposito dichiara:”Mi affascina il suo modo di affrontare la realtà, la sua bisessualità, la sua natura selvaggia“.
Rumors sempre più insistenti –non ufficialmente confermati – sussurrano di una presenza molto particolare durante l’esordio a Cannes della pellicola di Argento, ovvero quella del grande Quentin Tarantino che dovrebbe introdurre il film. Ottime premesse, almeno sul “menù a la carte”. Un imbocca al lupo ad Argento dunque, e noi sapremo, dopo il 19 maggio 2012, se il Dracula tecnologico in 3D avrà il successo che moltissimi si aspettano.

S.B.

 

Dracula 3D Official Trailer

Print Friendly, PDF & Email

Share

Articoli collegati

About Author